Quando:
14 settembre 2018@16:00–28 settembre 2018@18:00 Europe/Rome Fuso orario
2018-09-14T16:00:00+02:00
2018-09-28T18:00:00+02:00
Costo:
90
Contatto:
Casa Editrice La Tecnica della Scuola
095 448780 - 337 419543

CORSO CHIUSO

INSEGNARE CON L’AUDIOVISIVO
Il linguaggio audiovisivo attraverso la storia del cinema

RELATORE: Francesco Crispino
Ha insegnato Storia del Cinema presso l’Università di Roma Tre, l’Università di Firenze e l’Università di Cassino. Attualmente è docente del corso di Filmmaking presso l’Università di Roma Tre. Filmmaker, docente e scrittore ha una pluriennale esperienza nel campo della didattica del linguaggio degli audiovisivi in ambito scolastico: è stato infatti uno dei formatori della regione Lazio nel “Piano Nazionale Cinema per la promozione del linguaggio cinematografico e audiovisivo nella scuola” realizzato dal Sistema IRRE in collaborazione con il MIUR (1999-2003). Collabora da anni con “Alice nella città”, la sezione della Festa del Cinema di Roma dedicata ai “film per ragazzi”.

COSTO: 90 euro
LA CASA EDITRICE LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ ENTE DI FORMAZIONE ACCREDITATO DAL MIUR
Puoi acquistare il corso anche con la CARTA DOCENTE

Saranno svolti 6 incontri in presenza di 2 ore ciascuno per un totale di 12 ore
> Venerdì 14 settembre 2018 – Ore 16.00/18.00
> Lunedì 17 settembre 2018 – Ore 16.00/18.00
> Mercoledì 19 settembre 2018 – Ore 16.00/18.00
> Venerdì 21 settembre 2018 – Ore 16.00/18.00
> Martedì 25 settembre 2018 – Ore 16.00/18.00
> Venerdì 28 settembre 2018 – Ore 16.00/18.00

Potrai rivedere la registrazione dei tuoi webinar senza limiti di tempo, anche in caso di assenza.
Per accedere, ti basterà acquistare il corso on line attraverso il nostro STORE. Con le stesse credenziali potrai visionare tutti i materiali del corso sulla piattaforma formazione.tecnicadellascuola.it

> DESTINATARI
Tutti i docenti di ogni ordine e grado

Il corso è incentrato sull’analisi delle forme e modalità della narrazione audiovisiva per poi adattarle ai modelli d’espressione nell’epoca della “rivoluzione digitale”. Un percorso seminale e necessario affinché i docenti si possano dotare degli strumenti utili a lavorare con il linguaggio audiovisivo e a interpretare meglio il mondo intorno. Un mondo sempre più multimediale e interdisciplinare, dismediatizzato (a cui cioè viene sempre più a mancare la figura del mediatore) e quindi difficile da comprendere nella sempre più labile dicotomia realtà/rappresentazione.
Come dimostrano innumerevoli esperienze, l’utilizzo del linguaggio audiovisivo all’interno della didattica ne ha sempre elevato la qualità. A partire dal confronto tra la cultura incentrata sulla parola e quella dei nuovi linguaggi, sempre più rilevante e incidente nella formazione delle nuove generazioni.

> PUNTI TEMATICI CHE SARANNO AFFRONTATI

Il corso si articola in 12 ore, strutturati in sei incontri da 2 ore ciascuno.
I primi cinque saranno dedicati all’evoluzione del linguaggio audiovisivo e dunque verranno incrociati elementi di storia del cinema con aspetti più strettamente linguistici. Il sesto (e ultimo) sarà invece dedicato alle possibili ricadute didattiche e alla definizione di possibili strategie laboratoriali.
Il focus del corso sarà incentrato sull’elemento linguistico (l’inquadratura, il montaggio, la narrazione) e lo schema sarà il seguente:

  • Storia del cinema – dal pre-cinema al cinema primitivo, gli anni ’20 e le avanguardie storiche, l’avvento del sonoro;
    Aspetti linguistici – l’inquadratura.
  • Storia del cinema – il linguaggio del cinema classico e il passaggio al cinema moderno, il Neorealismo italiano, la Novelle Vague francese;
    Aspetti linguistici – il montaggio.
  • Storia del cinema – dal cinema moderno a quello postmoderno;
    Aspetti linguistici – la narrazione.
  • La “Rivoluzione digitale” e la didattica con il linguaggio audiovisivo

> OBIETTIVI 

Il primo obiettivo del corso è quello di fornire ai docenti di tutte le scuole una conoscenza minima del linguaggio audiovisivo attraverso la descrizione del suo percorso evolutivo e i passaggi che ne hanno determinato l’affermazione globale. Una conoscenza che dunque non può prescindere dagli elementi linguistici di cui si compone ogni testo audiovisivo. Così da prendere coscienza delle innumerevoli aperture didattiche che esso consente di sviluppare.
Il secondo obiettivo è quello di permettere ai docenti di elaborare nuove e più moderne strategie didattiche a partire da una “consapevolezza audiovisiva” che permetta loro di intervenire direttamente nell’area linguistica maggiormente frequentata dai propri studenti.
Il terzo obiettivo è quello di suggerire un modello di didattica alternativa a quello tradizionale. Un modello che lo affianchi senza sostituirlo e che, soprattutto, arricchisca il rapporto docente-discente attraverso un continuo scambio di conoscenze e competenze.

> MAPPATURA DELLE COMPETENZE 

• Acquisizione degli elementi e dei concetti che costituiscono il linguaggio audiovisivo:

  1. l’inquadratura: la sua composizione e la sua qualificazione (la distanza, l’angolazione, i movimenti che la definiscono, il “fuori-campo” etc);
  2. il montaggio: la produzione semantica nel montaggio alternato e in quello parallelo, nel “montaggio intellettuale” e in quello analitico classico, i casi del piano-sequenza e del jump-cut;
  3. la narrazione: lo spazio e il tempo della narrazione, il narratore e l’istanza narrante, la costruzione del punto di vista e la relazione che istituisce con lo spettatore.

• Conoscenza minima della storia del linguaggio audiovisivo e della sua evoluzione

• Acquisizione delle competenze minime per l’utilizzo in aula di materiali audiovisivi e di una direttrice pedagogica che privilegi la dialettica tra l’aspetto tematico e quello linguistico-formale.

> TITOLO RILASCIATO
La Casa Editrice La Tecnica della Scuola è ente di formazione accreditato dal Miur per la formazione del personale della scuola (prot. n. AOODGPER/6834/2012) ai sensi della direttiva ministeriale n. 90/2003 adeguato ai sensi della Direttiva n. 170/2016.
Ai fini del rilascio dell’attestato di partecipazione, il percorso di formazione si considera concluso con la fruizione del 75% delle lezioni in diretta o in differita. E’ richiesto inoltre il completamento del test di verifica e del questionario di gradimento presenti sulla nostra piattaforma e-learning da inviare entro e non oltre 20 giorni dall’ultimo incontro.

Il corso è presente sulla piattaforma ministeriale Sofia (ID. 18683), sulla quale sarà possibile iscriversi dopo avere effettuato il pagamento.

 

Insegnare con l’audiovisivo. Il linguaggio audiovisivo attraverso la storia del cinema