Quando:
3 maggio 2019@17:00–30 maggio 2019@19:00 Europe/Rome Fuso orario
2019-05-03T17:00:00+02:00
2019-05-30T19:00:00+02:00
Dove:
On line
Costo:
55 euro (acquistabile anche con carta docente)
Contatto:
La Tecnica della Scuola
095 448780

CORSO CHIUSO

LA LEZIONE ATTIVA

Metodi e tecniche per una didattica coinvolgente e partecipata

> RELATORE: Pino De Sario

Questo è un corso dedicato a far crescere gli studenti, i ragazzi. Far crescere è attivare. È mettere alla prova, è sollecitare, è spronare, è accendere. Ma come si fa? Qui la strada maestra – sperimentata dall’autore in centinaia di situazioni – prevede come elementi centrali i metodi attivi: interazioni dinamiche, piccole animazioni e mini role-playing, attivazioni del corpo, cooperative learning, tutte tecniche semplici che un insegnante può introdurre gradualmente nelle sue lezioni.  L’insegnante che attiva, sollecitando parti diverse del cervello, alza il livello di attenzione e di curiosità al conoscere, stimola il sistema nervoso e riduce i momenti in cui la sola parola monocorde produce pensieri fluttuanti e vaghi. Mappe e tecniche del corso sono provenienti dalla psicologia sociale, dalla neurobiologia interpersonale e dalla pedagogia attiva.

Saranno svolti 3 incontri webinar di 2 ore ciascuno per un totale di 6 ore
> Venerdì 3 maggio 2019 – Dalle 17.00 alle 19.00

> Lunedì 13 maggio 2019 – Dalle 17.00 alle 19.00
> Giovedì 30 maggio 2019 – Dalle 17.00 alle 19.00

Potrai rivedere la registrazione dei tuoi webinar senza limiti di tempo, anche in caso di assenza.
Per accedere, ti basterà acquistare il corso on line attraverso il nostro STORE. Con le stesse credenziali potrai visionare tutti i materiali del corso sulla piattaforma formazione.tecnicadellascuola.it

> DESTINATARI

Insegnanti di ogni ordine e grado. Dirigenti scolastici. Coordinatori di consiglio di classe

> COSTO: 55 euro
LA CASA EDITRICE LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ ENTE DI FORMAZIONE ACCREDITATO DAL MIUR
Puoi acquistare i webinar anche con la CARTA DOCENTE

> OBIETTIVI

  • Trasmettere agli insegnanti una “spinta che attiva” concreta, non filosofica, che presenta alcuni assunti concettuali e molte soluzioni pratiche applicabili da subito.
  • Illustrare i metodi attivi, come misure concrete che un insegnante può mettere in campo per collegare i “tre cervelli” (razionale, emotivo e corporeo) dei ragazzi, questo collegamento ha un nome, neuroplasticità. Questa integrazione apre le porte alla conoscenza, alla curiosità, all’attenzione.
  • Imparare è infatti un fenomeno sociale, vi sono talmente tanti nessi tra interazione sociale e costruzione della conoscenza, che solo alcune parole – dialogo, collaborazione, ricerca, lavoro in comune – non ne rendono la portata di quell’ampio spettro scientifico costruito egregiamente negli ultimi decenni.

> PUNTI TEMATICI CHE SARANNO AFFRONTATI

Cosa accende i ragazzi? I tre centri di attivazione

  • Attivare con la parola
  • Una parola circolare come enzima, perché? Prima regola, ridurre i monologhi
  • Attivare con le emozioni
  • Emozioni come forme primarie, perché? È fondamentale non esagerare con la razionalità
  • Attivare col corpo
  • Una miniera ricchissima e sottoutilizzata, perché? Evitare di stare sedentari e solo fermi

I 10 Metodi attivi  

  • Lezione attiva, i tre passi nuvole-terreno-frutti
  • Tecniche non direttive
  • Giochi di ruolo e mini role-playing
  • Cooperative learning
  • Misure minimali per l’attivazione del corpo in classe
  • L’importanza di scrittura e disegni
  • Set di ascolto nella lezione
  • Caricare il cervello, tra concretezza, dubbi, curiosità
  • Il taccuino pratico dell’insegnante che attiva

> MAPPATURA DELLE COMPETENZE ATTESE

  • La prima competenza è comprendere come funzionano le leve neurobiologiche dell’attenzione e della passività. Come altresì, l’altro grande fattore, come vanno lette le dinamiche del gruppo-classe, secondo le lenti della psicologia sociale. Qui le affrontiamo entrambe con una forma mista teorico-pratica.
  • La seconda competenza è quella data dai metodi operativi per introdurre “pillole di attivazione”, nella più piena gradualità di ogni singolo insegnante, accompagnato nel corso nelle mosse essenziali, per passare da una lezione frontale a una lezione attiva.
  • La terza competenza sono i 10 metodi pratici, per una galleria essenziale e concreta, pronta per essere provata e sperimentata: 1) Lezione attiva; 2) Tecniche non direttive; 3) Giochi di ruolo; 4) Mini role-playing; 5) Cooperative learning; 6) Mini-attivazione del corpo in classe; 7) Scrittura e disegni; 8) Set di ascolto; 9) Caricare il cervello; 10) Taccuino dell’insegnante.

> TITOLO RILASCIATO
La Casa Editrice La Tecnica della Scuola è ente di formazione accreditato dal Miur per la formazione del personale della scuola (prot. n. AOODGPER/6834/2012) ai sensi della direttiva ministeriale n. 90/2003 adeguato ai sensi della Direttiva n. 170/2016.
Ai fini del rilascio dell’attestato di partecipazione, il percorso di formazione si considera concluso con la fruizione del 75% delle lezioni in diretta o in differita. E’ richiesto inoltre il completamento del test di verifica e del questionario di gradimento presenti sulla nostra piattaforma e-learning da inviare entro e non oltre 20 giorni dall’ultimo incontro.

Il corso è presente sulla piattaforma ministeriale Sofia (ID. 30321), sulla quale sarà possibile iscriversi dopo avere effettuato il pagamento.

Segui la diretta comodamente da casa sul tuo pc. Il corso si svolge on line con il docente dal vivo. Durante le sessioni potrai interagire con il relatore tramite chat.

 

La lezione attiva: metodi e tecniche per una didattica coinvolgente e partecipata