Quando:
22 giugno 2017@16:00–26 giugno 2017@19:00 Europe/Rome Fuso orario
2017-06-22T16:00:00+02:00
2017-06-26T19:00:00+02:00
Dove:
Casa editrice La Tecnica della Scuola
Via Tripolitania
12, 95127 Catania CT
Italia
Costo:
55 euro (acquistabile anche con carta docente)
Contatto:
La Tecnica della Scuola
095 448780 - 337 419543

NOVITA’
Potrai rivedere la registrazione dei tuoi webinar senza limiti di tempo, anche in caso di assenza.
Per accedere, ti basterà acquistare il corso on line attraverso il nostro STORE. Con le stesse credenziali potrai visionare tutti i materiali del corso sulla piattaforma formazione.tecnicadellascuola.it

RAV, AUTOVALUTAZIONE
E PIANO DI MIGLIORAMENTO


CORSO CHIUSO

> RELATORE: Giovanni Morello

> COSTO: 55 euro
LA CASA EDITRICE LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ ENTE DI FORMAZIONE ACCREDITATO DAL MIUR
Puoi acquistare i webinar anche con la CARTA DOCENTE

Saranno svolti due incontri di 3 ore ciascuno
> Giovedì 22 giugno 2017 dalle ore 16.00 alle 19.00
> Lunedì 26 giugno 2017 dalle ore 16.00 alle 19.00

> DESTINATARI
Tutti i docenti e i dirigenti scolastici delle scuole di ogni ordine e grado

Ogni anno le scuole hanno la possibilità di riprendere il processo di autovalutazione e, se lo ritengono necessario, aggiornare il loro Rapporto di Autovalutazione. Anche quest’anno, fino al 30 giugno, sarà possibile introdurre delle modifiche.
L’entrata in vigore della Legge n. 107 del 2015 ha tuttavia cambiato i termini del ciclo RAV-PDM, spostandoli temporalmente in avanti. Essa ha reso infatti triennale il POF e quindi è diventata  “un  punto  di  riferimento  ineludibile  anche  per  il  Sistema Nazionale di Valutazione”.
Ciò “implica l’estensione dei tempi di realizzazione del PdM all’intero anno  scolastico 2018/2019  [cioè gli stessi termini di conclusione del ciclo del PTOF] e la ridefinizione  del RAV nell’anno scolastico 2016/2017. Di fatto si tratta di  rivedere le analisi del precedente RAV alla luce dei nuovi dati. Pertanto, nel corrente anno scolastico, tutte le istituzioni scolastiche, statali e paritarie, saranno chiamate ad aggiornare i propri dati attraverso il questionario scuola e di percezione e a rivedere, solo se opportuno e necessario, le analisi e le autovalutazioni del Rapporto precedente” (Nota Miur del 28 Febbraio 2017).

I motivi, da parte delle scuole, per intervenire sul RAV possono essere vari. Eccone alcuni:
a) un miglior raccordo fra le dimensioni del RAV-PDM (priorità, traguardi e obiettivi), individuate negli anni precedenti, ed il POF triennale, elaborato nel frattempo;
b) l’avvenuto dimensionamento nell’assetto scolastico o il cambiamenti di dirigenza;
c) la necessità di adeguamento delle priorità, dei traguardi e degli obiettivi di processo secondo i risultati emersi dal controllo valutativo esterno o da segnalazioni ai DS di incongruenza fra tali dimensioni da parte degli USR;
d) l’esigenza di cambiare alcuni obiettivi di processo, o perché già raggiunti o perché ritenuti non adeguati al raggiungimento dei traguardi prefissati;
e) il cambiamento di importanti dati di contesto;
f) la disponibilità d’uso o di costruzione di nuovi indicatori valutativi da inserire e sulla base dei quali ricalibrare criticità e punti di forza della scuola;
g) il raccordo fra le priorità individuate nel RAV e gli obiettivi interni all’incarico per i DS.

> PUNTI TEMATICI CHE SARANNO AFFRONTATI

  • miglioramento del processo di autovalutazione nella scuola (coinvolgimento dei docenti, lavoro del Nucleo di autovalutazione, RAV e comunicazione nei confronti del territorio e delle famiglie, ecc.);
  • migliore definizione delle priorità rispetto alle criticità evidenziate;
  • ridefinizione(il più possibile quantitativa e rispetto ai vari parametri di confronto, soprattutto l’indice ESCS) dei traguardi di miglioramento;
  • lavoro sulla congruenza fra priorità e traguardi di miglioramento;
  • individuazione degli obiettivi di processo più efficaci e vantaggiosi, in termini di rapporto costi-benefici, rispetto ai traguardi di miglioramento;
  • rapporto fra aggiornamento del RAV, Piano di Miglioramento e PTOF.

Il corso prevede la più ampia interazione possibile tra relatore e corsisti, nell’ottica di un dialogo, di una costruzione partecipata e di una costante condivisione di idee, riflessioni e strategie di approccio ai problemi. Sulla base della ricchezza di esperienze, idee e competenze di ciascuno.

Segui la diretta comodamente da casa sul tuo pc. Il corso si svolge on line con il docente dal vivo. Durante le sessioni potrai interagire con il relatore tramite chat.

 

 

Rav, autovalutazione e piano di miglioramento