Quando:
12 novembre 2019@17:00–14 novembre 2019@19:00 Europe/Rome Fuso orario
2019-11-12T17:00:00+01:00
2019-11-14T19:00:00+01:00
Dove:
On line
Costo:
40 euro (acquistabile anche con carta docente)
Contatto:
La Tecnica della Scuola
095 448780

Terza edizione
NON SOLO BES. DIDATTICA DIFFERENZIATA PER TUTTI

> RELATORE: Enrico Bottero

> COSTO: 40 euro
LA CASA EDITRICE LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ ENTE DI FORMAZIONE ACCREDITATO DAL MIUR
Puoi acquistare i webinar anche con la CARTA DOCENTE

Saranno svolti 2 incontri in webinar di 2 ore ciascuno
> Martedì 12 novembre 2019 – Ore 17.00/19.00
> Giovedì 14 novembre 2019 – Ore 17.00/19.00

Potrai rivedere la registrazione dei tuoi webinar senza limiti di tempo, anche in caso di assenza.
Per accedere, ti basterà acquistare il corso on line attraverso il nostro STORE. Con le stesse credenziali potrai visionare tutti i materiali del corso sulla piattaforma formazione.tecnicadellascuola.it

L’organizzazione didattica della scuola moderna prevede il riconoscimento di un solo tipo di differenza, quella per età. In realtà, in una stessa classe si osservano tali differenze da rendere spesso inefficace un insegnamento collettivo. A partire dalla legge n. 517 del 1977 la scuola italiana si è fatta carico delle diversità più significative, quelle che investono gli allievi con disabilità. Più recentemente, con la classificazione degli alunni secondo la formula dei BES, si è allargato il campo delle differenze da riconoscere.  La scuola, però, non ha modificato la sua organizzazione generale. Semplicemente, ha allargato il campo dei soggetti a cui porre maggiore attenzione attraverso la formula della  “pedagogia del sostegno”. Con la “pedagogia del sostegno” la differenza è considerata un problema di alcuni soggetti e dunque può essere affrontata senza modificare un’organizzazione didattica collaudata per gli allievi “normali”. In realtà, il metodo classificatorio così caro agli anglosassoni è sempre rischioso perché medicalizza il problema invece di investire la pedagogia delle sue responsabilità di emancipazione di tutti i soggetti. Questo metodo di classificazione delle differenze è stato in realtà un modo per continuare a non affrontare il problema reale: quello della diversità di tutti gli allievi, anche se alcuni un po’ di più di altri. Se la pedagogia vuole emancipare perseguendo apprendimenti efficaci per tutti non rinchiudendo i soggetti nelle loro presunte “doti” di partenza deve organizzare le attività in modo flessibile attraverso diverse forme di differenziazione didattica. Non per confermare le disuguaglianze, ma per cercare di ridurle attraverso il perseguimento di obiettivi comuni, sia pur a medio e lungo termine.

> DESTINATARI
Docenti di scuola di ogni ordine e grado

> PUNTI TEMATICI

La didattica differenziata deve essere al centro dell’azione dell’insegnante. Essa richiede prima di tutto l’attenzione a come il singolo allievo apprende. Ciò permette all’insegnante di organizzare un contratto didattico sia collettivo sia di gruppo e individualizzato che responsabilizzi e offra agli allievi la possibilità di partecipare responsabilmente al lavoro svolto a scuola. La partecipazione dell’allievo alla sfida dell’apprendimento richiede che la valutazione sia soprattutto formativa, cioè privata (tra insegnante e allievo), individuale e finalizzata all’autoregolazione degli apprendimenti e non alla classificazione dei soggetti. In questo quadro, la valutazione sommativa (e soprattutto quella certificativa) dovrà essere più distanziata nel tempo (cicli di apprendimento) al fine di concedere al maggior numero di allievi la possibilità di raggiungere i comuni obiettivi. La didattica differenziata si impegna a creare spazi, offrire strumenti e favorire l’espressione di ciascuno.  E’ attenta a fare della classe un luogo sicuro, senza una continua pressione valutativa e senza umiliazioni per nessuno in caso di insuccesso.

> OBIETTIVI

  • Acquisire consapevolezza dell’importanza del problema delle differenze in una classe composta di allievi della stessa età.
  • Saper osservare ed analizzare i diversi stili cognitivi, strategie e livelli di apprendimento.
  • Comprendere la centralità della valutazione formativa individuale e conoscerne gli strumenti principali (programmazione individualizzata delle attese, osservazione formativa, raccolta e analisi dei dati).
  • Saper organizzare situazioni di apprendimento differenziate utilizzando diversi strumenti: differenziazione successiva, piano di lavoro individuale, gruppi di bisogno, tutoraggio, aiuto reciproco, ecc.
  • Essere consapevoli dell’importanza del saper condividere con altri colleghi l’organizzazione dell’attività didattica non solo attraverso una comune programmazione ma anche condividendo situazioni didattiche (classi aperte, gruppi di interclasse).

> MAPPATURA DELLE COMPETENZE

  • La prima competenza riguarda l’attenzione alle variabili individuali. Ciò non allo scopo di rinchiudere il soggetto  in suoi presunti “dati di partenza” (psicologia delle doti), ma al fine di aiutarlo a superare se stesso per poter raggiungere nei tempi medio – lunghi obiettivi comuni.
  • La seconda competenza riguarda il possesso degli strumenti della valutazione formativa.
  • La terza competenza riguarda la conoscenza di tutte le varianti metodologiche possibili al fine di far raggiungere obiettivi di apprendimento comuni ad allievi differenti tra loro.
  • La quarta competenza riguarda la capacità di lavorare in gruppo con gli altri colleghi al fine di meglio organizzare i percorsi più adatti ai singoli allievi.

Per un’utile introduzione ai temi oggetto del corso ai seguenti link:
> STRUMENTI PER LA FORMAZIONE
https://www.enricobottero.com/strumenti-per-la-formazione

> IL MODELLO MEDICO IN EDUCAZIONE. INDIVIDUALIZZARE E SEPARARE
https://www.enricobottero.com/attualità-e-politica-delleducazione

 

> TITOLO RILASCIATO
La Casa Editrice La Tecnica della Scuola è ente di formazione accreditato dal Miur per la formazione del personale della scuola (prot. n. AOODGPER/6834/2012) ai sensi della direttiva ministeriale n. 90/2003 adeguato ai sensi della Direttiva n. 170/2016.
Ai fini del rilascio dell’attestato di partecipazione, il percorso di formazione si conclude con un test di verifica e un questionario di gradimento del corso di cui è richiesto il completamento entro e non oltre 10 giorni dall’ultimo incontro.

Il corso è presente anche sulla piattaforma ministeriale Sofia (ID. 37176), sulla quale sarà possibile iscriversi prima dell’inizio del corso.

Segui la diretta comodamente da casa sul tuo pc. Il corso si svolge on line con il docente dal vivo. Durante le sessioni potrai interagire con il relatore tramite chat.

Individuale
40€
Attraverso il nostro store, scegli la modalità di pagamento che preferisci:
> CARTA DOCENTE inserendo il codice del buono spesa
> PAYPAL per pagare con conto Paypal, carta di credito o prepagata
Scuola
120€
Accesso per 4 docenti
La scuola dovrà segnalare i nominativi e le email dei 4 docenti che avranno accesso al webinar
 
SE NON PUOI ACQUISTARE ON LINE
Scarica il buono spesa creato con l’applicazione CARTA DOCENTE in PDF ed invialo alla nostra casella formazione@tecnicadellascuola.it insieme al titolo del corso e ai tuoi dati (nome, cognome, indirizzo e codice fiscale).

In alternativa puoi effettuare un bonifico bancario su BANCO BPM
IBAN: IT81Z0503416907000000106787
inserendo come beneficiario “Casa editrice La Tecnica della Scuola srl”
e indicando nella causale la dicitura “Formazione” insieme al titolo del corso.
Invia la ricevuta alla nostra casella formazione@tecnicadellascuola.it
insieme al titolo del corso e ai tuoi dati (nome, cognome, indirizzo e codice fiscale)

ISCRIZIONE SCUOLA
Le scuole potranno richiedere l’iscrizione via email all’indirizzo formazione@tecnicadellascuola.it, allegando la ricevuta del versamento effettuato con bonifico e i dati dell’istituto per la relativa fattura elettronica (denominazione, indirizzo, codice fiscale, codice univoco, Cig, recapito telefonico). Il bonifico bancario può essere effettuato su BANCO BPM – IBAN: IT81Z0503416907000000106787 inserendo come beneficiario “Casa editrice La Tecnica della Scuola srl” e indicando nella causale la dicitura “Formazione” insieme al titolo del corso
COME CREARE IL BUONO SPESA
PER ACQUISTARE I NOSTRI CORSI CON LA CARTA DOCENTE:
accedi con il tuo Spid alla piattaforma ministeriale https://cartadeldocente.istruzione.it
> clicca la voce “Crea buono” dal menu in alto a sinistra
> si aprirà la schermata “Per quale tipologia di esercizio/ente?
> clicca su “on line
> scegli l’ambito “Formazione aggiornamento
> scegli la voce “Corsi aggiornamento enti accreditati ai sensi della direttiva 170/2016”
> inserisci l’importo corrispondente al corso di tuo interesse
> clicca su “Crea buono”
> Verrà generato un buono spesa contraddistinto da un codice.

Non solo BES. Didattica differenziata per tutti – 3ª ed.