EDUCAZIONE CIVICA: STRATEGIE PER L’INTERCULTURA

40,00

EDUCAZIONE CIVICA:
STRATEGIE PER L’INTERCULTURA
Alla scoperta dei valori comuni internazionali,
dei diritti e delle opportunità

Il corso è fruibile on line sulla nostra piattaforma e-learning.
Dopo l’acquisto puoi andare alla pagina http://formazione.tecnicadellascuola.it
ed entrare con le stesse credenziali utilizzate per l’acquisto (email e password)

 > RELATRICE  
Carmelina Maurizio

 > COSTO    40 euro
LA CASA EDITRICE LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ ENTE DI FORMAZIONE ACCREDITATO DAL MIUR. PUOI ACQUISTARE ANCHE CON CARTA DOCENTE

IL CORSO E’ COSTITUITO DA 3 VIDEOLEZIONI
DELLA DURATA TOTALE DI 4 ORE SUPPORTATE DA SLIDES


 > DESCRIZIONE  

Il corso offre la possibilità di acquisire conoscenze di base per un efficace preparazione per azioni che possano promuovere l’educazione civica. Il percorso, costituito da tre incontri, si muove all’interno dell’Unione Europea, a partire dalla sua nascita, fino alla normativa che riguarda i minori, destinatari ideali di azioni didattiche, promosse dai docenti che sceglieranno questo percorso formativo. Seppure in modo non esaustivo, i tre incontri del corso vogliono fornire le basi per scelte successive di approfondimento dei temi trattati. Al centro del percorso vi sono bambine e bambini e i loro diritti, dichiarati in tanti documenti – che saranno parte integrante di questa occasione formativa – ma spesso non messi in pratica. Per questo il docente formato può essere un veicolo di promozione di buone pratiche di cittadinanza, nella scuola plurilingue e multiculturale, con uno sguardo al passato e alle migrazioni del presente.


 > DESTINATARI  

Docenti della scuola di ogni ordine e grado


 > PUNTI TEMATICI  

  • Il corso si sviluppa sui seguenti temi
  • Nascita e principali aspetti dell’Unione Europea: nel primo incontro si partirà dalle origini dell’UE fino all’analisi – seppure non esaustiva – dei suoi principali trattati;
  • Migrazioni del passato e del presente: per meglio conoscere i fenomeni migratori, per saperli gestire in modo inclusivo nella didattica ordinaria, il secondo incontro analizza le migrazioni dei secoli scorsi, che hanno visto protagonisti gli italiani e le italiane. I fenomeni migratori del presente saranno presentati attraverso l’analisi dei dati e gli aspetti antropologici;
  • Nel terzo incontro si parlerà dei diritti dei bambini e delle bambine, all’interno di un quadro internazionale e non solo europeo, mettendo in luce quegli aspetti che meglio di altri possano dare ai docenti la visione di un processo di tutela dei minori come beneficiari di diritti.


 > OBIETTIVI  

  • Sapere riconoscere e individuare i valori alla base dell’Unione Europea
  • Sapere leggere le migrazioni del passato per comprendere quelle del presente
  • Sapere riconoscere la normativa europea e internazionale che riguarda i diritti dei minori
  • Sapere trarre risorse – conoscenze e competenze – per la promozione dei diritti di bambine e bambini
  • Sapere trarre ispirazione per progettare azioni didattiche efficaci e inclusive di educazione civica, alla cittadinanza


 > MAPPATURA DELLE COMPETENZE  

Al termine del percorso i docenti in formazione potranno valutare e auto valutarsi rispetto alle strategie interculturali, che saranno ispirate dalla partecipazione ai tre incontri.
In particolare potranno:

  • Promuovere attività inclusive di educazione civica, con focus sull’interculturalità
  • Individuare risorse all’interno e all’esterno della comunità scolastica di appartenenza, per attivare strategie interculturali
  • Divenire punti di riferimento per l’inclusione in campo interculturale nelle scuole
  • Confrontare i propri saperi, attraverso approfondimenti e successive esplorazioni delle tematiche prese in considerazione negli incontri
TITOLO RILASCIATO
La Casa Editrice La Tecnica della Scuola è ente di formazione accreditato dal Miur per la formazione del personale della scuola (prot. n. AOODGPER/6834/2012) ai sensi della direttiva ministeriale n. 90/2003 adeguato ai sensi della Direttiva n. 170/2016.
Ai fini del rilascio dell’attestato di partecipazione, il percorso di formazione si considera concluso con la fruizione del 75% delle lezioni. E’ richiesto inoltre il completamento del test di verifica e del questionario di gradimento presenti sulla nostra piattaforma e-learning.